Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Présentation

  • : le blog lelaboratoire
  • : Le blog du laboratoire anarchiste est un blog actif a propos de l'actualité sociale
  • Contact

Pour nous contacter

Le laboratoire Anarchiste
8 Place st Jean
26000 Valence

envoyer vos suggestion

sur:

new:c.l-v@hotmail.fr

rappel envoie aucun message à

le laboratoire@no-log.org


 


Bibliothéque  de prêt

infokiosques
le mercredi de  16h30 - 19h

Accueil/infos SIAD-AIT
vendredi toutes les deux semaines

de  17h30à19h

Emission radio Labo
sur radio Mega
99.2FM
lundi en direct
18h15 - 19h
rediffusion:
jeudi de 9h à  9h 45
http://radio-mega.com
04 75 44 16 15

Recherche

Texte Libre

La tyrannie la plus redoutable n'est pas celle qui prend figure d'arbitraire, c'est celle qui nous vient couverte du masque de la légalité." Albert Libertad

Archives

le blog du laboratoire anarchiste

File:Wooden Shoe.svg
18 décembre 2012 2 18 /12 /décembre /2012 16:27

infos transmises par le blog informa-azione et repercuté par le petit collectif no tav 26 qui essaye d'échapper à la volonté hégémonique de quelques  autoritaires( citoyennistes plus quelque NPA26).A quand la réunion des anti autoritaires NO TAV 26? Postez des commentaires pour vous faire connaître nous vous répondrons. Lors qu'à la réunion de soutien à notre dame des landes il ya eu un personnage se vantant de soutenir la lutte no tav dans la Drome en faisant des émissions de radio  sur trois radio différentes ( soit saint féréol, BBLV, radio M).  C'est inacceptable qu'un personnage sans contrôle d'une assemblée populaire puisse se vanter d'être présent dans la lutte No TAV et pendant ce temps la répression s'organise en italie sans aucun soutien ( à ma  connaissance)de ce côté des Alpes.

Mercoledì 19 dicembre alle ore 9.00 si terrà, presso il Tribunale di Torino , l’udienza preliminare del secondo filone processuale relativo ai fatti del 3 luglio. Quel giorno migliaia di NO TAV assediarono il cantiere, dove fino al 27 giugno 2011 visse la Libera Repubblica della Maddalena, in seguito occupata militarmente dalle forze dell’ordine. La resistenza portata avanti da coloro che erano in quei giorni in Val Susa voleva difendere quei territori dalle logiche di sfruttamento e devastazione della terra che i costruttori della Torino – Lione e i loro sgherri in divisa volevanoi portare avanti. Il 3 luglio 4 NO TAV furono arrestati e brutalmente pestati dalla Polizia. Il 26 gennaio partì l’attacco della Procura di Torino contro altri 52 NO TAV accusati di aver compiuto atti violenti contro la polizia ed il cantiere durante quelle due giornate di lotta. 41 fra loro furono sottoposti a misure cautelari; i restanti 11 furono perquisiti e denunciati a piede libero. Il 25 giugno 2012 la DIGOS di Torino arrivò a casa di altri 2 NO TAV, notificando ad entrambi provvedimenti di custodia cautelare (arresti domiciliari e obbligo di dimora nel comune di residenza), sempre in merito ai fatti del 3 luglio. Loro e altri 6 compagni, alcuni dei quali già perquisiti e denunciati il 26 gennaio, verranno chiamati a processo il 19 dicembre 2012. Le accuse avanzate, come per i 45 compagni già sotto processo, sono: minacce, violenza lesioni aggravate in concorso, danneggiamento aggravato in concorso e travisamento. La Procura di Torino si dimostra fedele difensore della costruzione della Torino – Lione: il costante e martellante attacco giudiziario all’intero movimento NO TAV è reso palese dalle continue operazioni repressive scattate ogni qualvolta quest’ultimo abbia mostrato la sua determinazione. Ultima fra tutte l’operazione scattata la mattina del 29 novembre contro 19 attivisti per l’occupazione degli uffici della Geovalsusa e per i “diverbi” con alcuni giornalisti dopo la caduta di Luca Abbà dal traliccio lo scorso febbraio. E non finisce qui, perché se per qualcuno sono arrivati il manganello ed il carcere, altri si sono visti arrivare a casa gli assistenti sociali, giunti a minacciare coloro che avevano scelto di lottare con i propri figli in difesa della loro terra. Per quanto nelle aule di tribunale si continui ad insistere su fatto che queste operazioni giudiziarie puntino a colpire singoli individui ritenuti violenti, sappiamo in realtà quanto sia vero il contrario. Non sono i singoli ed i loro comportamenti ad essere attaccati ma lo sono il movimento NO TAV e la sua lotta. Ogni volta, quindi, in cui ci troveremo in quelle aule, non sarà un momento per inseguire la loro idea di giustizia, ma continuerà ad essere parte di un percorso di lotta che ci troverà uniti, così come è successo ogni volta che abbiamo lottato contro la TAV in Valle e nelle nostre città.



http://www.notav.eu
http://www.notavtorino.org
http://www.notav.info//

 

RADIO BLACKOUT TORINO IN STREAMING:
http://www.radioblackout.org/streaming/
http://www.radioblackout.org/
http://radionotav.info/

Partager cet article

Repost 0

commentaires

Articles Récents

Agenda

    dimanche 30 juin

15h à 16 h

accueil de familles de prionnier-e-s

discussion , infos et peites recettes

pour les proches de détenu(E)s...

- aides juridique

-participation à l'émission de radio Mega

du 22 juillet